Un’alternativa per i commercialisti

L’adesione alla sanità integrativa è diventata un’esigenza sentita da molti ed è legata alla percezione della necessità di una maggior copertura sanitaria.

I commercialisti e gli esperti contabili – così come ogni altro professionista – nell’aderire alla cassa di appartenenza usufruiscono di una copertura parziale per quanto riguarda, appunto, l’assistenza sanitaria. Se lo desiderano, possono ampliare le prestazioni offerte dalla cassa con contributi volontari per sé e per i propri familiari. L’adesione all’estensione facoltativa può avvenire solo nel periodo indicato dalla cassa stessa; al di fuori di questo periodo non è più possibile aderire: c’è tempo fino al 29 febbraio.

Sono molte le ragioni per prevedere un’estensione: una delle motivazioni più forti è l’avere tempi di accesso alle cure più rapidi. Un’integrazione sanitaria è anche un modo per pianificare la gestione del proprio patrimonio personale in virtù di possibili eventi futuri negativi. Infatti, il costo degli imprevisti viene trasformato in un costo certo che in taluni casi può anche godere di benefici fiscali. Inoltre, attraverso l’estensione è possibile ampliare la copertura anche al proprio nucleo familiare.

Tra le possibili soluzioni di sanità integrativa, quelle proposte da Adeia e Mutuah…! – che vantano un’esperienza di diversi anni in questo settore – hanno il grosso vantaggio di non essere legate ad un unico piano integrativo, ma di permettere ai commercialisti di scegliere fra diverse possibili soluzioni. I piani proposti, inoltre, sono di natura mutualistica ed in quanto tali godono di ulteriori vantaggi rispetto alle soluzioni assicurative.

I piani comprendono il rimborso delle spese di ricovero – e i costi precedenti e successivi al ricovero – con o senza intervento chirurgico, a seguito di infortunio o malattia, sia in Italia che all’estero, in strutture convenzionate e non. Vengono coperte anche le spese per visite specialistiche, diagnostica, spese odontoiatriche, medicina preventiva e medicina alternativa (agopuntura, chiropratica e naturopatia). Stiamo parlando di 5 possibili diverse soluzioni, con costi che variano fra i 56 euro al mese per un giovane commercialista e i 159 euro mensili per l’intera famiglia di un over sessantenne.

Oltre ai piani sanitari integrativi, Adeia e Mutuah…! sono in grado di completare l’offerta con un’ulteriore soluzione, sempre di natura mutualistica, per i trasporti sanitari aerei e terrestri. Per fare un esempio: senza garanzia mutualistica, un trasferimento sanitario da Catania a Milano costa fra i 5.000 agli 8.000 euro. L’adesione alla mutua, viceversa, costa 99 euro.

L’adesione è semplice: può essere effettuata tramite Internet, seguendo questo link e compilando il form di adesione.
Per maggiori informazioni, contattate direttamente gli specialisti di Adeia e Mutuah…! a info @adeia.it

Raffaella Ginepro

Raffaella Ginepro

Giornalista, consulente e formatrice in ambito di welfare e mutualità, musicista per hobby e per passione. Master in Mutualità e Sanità integrativa, ha seguito i corsi Anra-Cineas di Risk Management, è laureata in scienze della comunicazione e coltiva un orto sul balcone!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

RSS
Follow by Email