Buone nuove per il welfare aziendale

Buone nuove per il welfare aziendale: la legge di stabilità 2017, approvata lo scorso fine dicembre, conferma quanto stabilito in precedenza ed amplia alcune delle possibilità a favore del welfare aziendale.

Per welfare aziendale si intendono una serie di benefit e prestazioni ulteriori, rispetto alla sola componente monetaria della retribuzione, con lo scopo di sostenere il reddito dei dipendenti e migliorarne la vita privata e lavorativa.

Fino ad oggi il welfare ha interessato principalmente le multinazionali e le grandi imprese, ma attraverso i servizi che offre il mutuo soccorso è possibile applicare gli stessi modelli anche alle piccole e medie imprese.

Adeia, con il marchio MUTUAH lancia una serie di soluzioni interessanti, visionabili sulle pagine del sito dedicate al welfare aziendale 

Infatti si amplia il ventaglio dei servizi ricompresi nell’art.51 del TUIR – già era stato aggiornato lo scorso anno includendo tutti i servizi per l’infanzia e i servizi di cura per familiari anziani o non autosufficienti.La legge di stabilità del 2017 stabilisce che “All’articolo 51, comma 2, del TUIR sono inseriti i contributi e i premi versati dal datore di lavoro a favore della generalità dei dipendenti o di categorie di dipendenti per prestazioni, anche in forma assicurativa, aventi per oggetto il rischio di non autosufficienza nel compimento degli atti della vita quotidiana, o aventi per oggetto il rischio di gravi patologie”. Si specifica inoltre che non concorrono a formare il reddito di lavoro dipendente, né sono soggetti all’imposta sostitutiva disciplinata i contributi alle forme pensionistiche complementari e i contributi di assistenza sanitaria anche se eccedenti i limiti precedentemente vigenti, rispettivamente 5.164,57 euro e 3.615,20 euro.

Per contatti e informazioni, scrivere a info@mutuah.it

Per approfondire: www.mutuah.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.