Oggi (ri)parliamo di… RESPONSABILITA’ CONTRATTUALE

lex2Un amico mi ha rimproverato (bonariamente, si intende) perché qualche giorno fa, parlando di responsabilità contrattuale (vedi i link1, link2, link3 ), ho citato le coperture assicurative per la Responsabilità Civile Professionale, ma non quelle di Tutela Legale.

Avrei potuto rispondere che la copertura delle spese legali è normalmente contemplata all’interno delle clausole che regolano le Assicurazioni di RC Professionale.

Ma avrei detto una inesattezza: o meglio, avrei dato una risposta non completamente vera.

Me la sono cavata dicendo che l’argomart1197ento meritava un approfondimento specifico…

Al di là degli scherzi e degli specchi su cui l’amico mi immaginava arrampicato, ora approfondiamo…

Secondo l’art. 1917 cc che regola l’assicurazione della responsabilità civile, le spese di resistenza  all’azione giudiziale del danneggiato sono a carico dell’assicuratore fino a un quarto della somma assicurata, fatto che viene ovviamente riportato nei contratti.

Ma nei contratti normalmente questa clausola assume una forma simile a questa:

clausola

La differenza la fa la proposizione “fino a quando ne hanno interesse”.

Questo significa che la Compagnia può decidere se procedere o no in una eventuale causa verso il danneggiato, in base al suo interesse e non a quello dell’assicurato. In poche parole e per esempio: se la Compagnia ritiene di versare un indennizzo accordandosi con il danneggiato, non è obbligata a proseguire nella causa, anche se l’assicurato ritiene di volerlo fare per sue ragioni, come per motivi di reputazione o perché si ritiene in ragione.

Mercato_Europa_TLQuindi? Quindi è opportuno, se non indispensabile, affiancare alla polizza di RC una polizza di Tutela Legale, possibilmente con una Compagnia diversa (come nel caso della RC Auto, dove il contenzioso legale può nascere anche contro la propria Assicurazione…).

Vale la pena? (chiedere a chi lavora nelle assicurazioni se vale la pena assicurarsi può sembrare come chiedere all’oste se il vino è buono…)

Comunque, basta pensare a quanto può comportare in termini di cifra in euro semplicemente comporre il numero di un avvocato, parlare, porre il problema ed avere risposta: a meno che non operi “pro bono”, il costo della polizza è sicuramente inferiore.

Sul tema della relazione assicurativa tra Responsabilità Civile e Tutela Legale c’è un’ampia casistica sia di testi che di esempi pratici. Ciò che preme sottolineare qui è che la convivenza tra le due è spesso indispensabile oltre che opportuna: per citare un altro esempio, in alcuni casi, determinate garanzie della Tutela Legale operano soltanto se è in funzione una copertura di RC.

fabio meloni     fabio.meloni@adeia.it

Avatar

link1: http://blog.adeia.it/oggi-parliamo-di-responsabilita-contrattuale/

link2: http://www.intermediadaily.it/oggi-parliamo-di-responsabilita-contrattuale/

link3: http://www.adeia.it/images/Oggiparliamo.pdf

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.