60…96….126…168… MUTUA PER COOPERATIVE!

Non stiamo dando i numeri….. e nemmeno le misure del girovita!

60…96…126…168… sono gli importi annuali, frazionabili anche in rate mensili, delle quattro diverse soluzioni che MBA, Società Generale di Mutuo Soccorso, ha studiato per i soci lavoratori delle cooperative, in linea con l’accordo siglato tra le parti sociali il 16 dicembre 2011 per il rinnovo del CCNL della Cooperazione Sociale.

L’obbligo dell’assistenza sanitaria integrativa è stato infatti introdotto, con questo accordo, anche per i lavoratori delle cooperative sociali.

Questa misura, va ad assommarsi ad altre soluzioni previdenziali che vanno sempre più diffondendosi, per far fronte ad un’esigenza sempre più forte in Italia: l’assistenza sanitaria integrativa al sistema nazionale. Tale forma di assistenza dal 1° Maggio 2013 è diventata obbligatoria per le Cooperative Sociali che, per la copertura di ogni lavoratore a carico dell’impresa, sono chiamate a versare (elemento retributivo non derogabile!) almeno la somma di € 5,00 mensili (sessanta euro annui per lavoratore).

L’articolo 87 del CCNL prevede infatti che a decorrere dal 1 maggio 2013 vadano iscritti al Fondo cooperativo (che le parti devono individuare) tutti gli addetti e le addette del settore della cooperazione sociale assunti a tempo indeterminato.

La soluzione proposta dalle Mute e, in questo caso da MBA sembra essere una delle più convenienti in questa direzione.

Per maggiori informazioni: egidio.perna@adeia.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.